Strumenti personali

 

    banner_mappa2015

         Consulta la mappa
       con tutte le strutture
       del Lazio che offrono
       servizi senza glutine

 

 

       Servizio SMS e NEWS

                Registrati
         compilando il form

 

A Tavola!

 .

Donazioni

empty

AIC forma gli Chef del Quirinale:
    clicca per guardare il video
 
Aic Banner
Se il tuo video non parte in esecuzione a breve, ti preghiamo di assicurarti che tu abbia JavaScript abilitato e una tra le ultime versioni di Adobe Flash Player (http://www.adobe.com/products/flashplayer/) installata.
L'attestato AIC agli Chef del Quirinale_miniatura
Altro…
 
Tu sei qui: Portale Attività e Notizie Archivio Notizie La celiachia come malattia cronica e invalidante: nuovi LEA, nuovi percorsi?

La celiachia come malattia cronica e invalidante: nuovi LEA, nuovi percorsi?

Un convegno organizzato dal Comitato Scientifico di AIC Lazio allo scopo di creare collaborazione tra le diverse figure professionali coinvolte nella gestione della malattia celiaca.

Nell'ambito del percorso E.C.M. Educazione Continua in Medicina, con il patrocinio del Comune di Roma e dell'Istituto Superiore di Sanità, il Comitato Scientifico di AIC Lazio organizza il 27 maggio presso l'Hotel Marriot Courtyard Rome Central Park, Via Giuseppe Moscati 7, il Convegno "La celiachia come malattia cronica invalidante: nuovi LEA, nuovi percorsi?"

Nonostante le numerose iniziative volte a divulgare le modalità per giungere correttamente alla diagnosi e per tentare di omologare quanto più possibile il modo di agire della classe medica, esistono ancora incertezze e perplessità nel percorso diagnostico della malattia celiaca.

Con la formulazione dei nuovi LEA la celiachia ha definitivamente lasciato la categoria della malattia rara approdando a quella di malattia cronica invalidante: tutto questo potrebbe comportare delle " variabili" nella gestione della malattia stessa e proprio per questo contribuire a creare confusione nella gestione della pratica quotidiana.

Alla luce di quanto previsto dalle vigenti normative nazionali e per quanto di competenza della Regione Lazio, diventa fondamentale una stretta integrazione tra il medico del "presidio di rete" specialista del settore e i medici di Medicina Generale o dei Pediatri di libera scelta, per "creare i percorsi diagnostici ed assistenziali e definire le modalità di collaborazione tra le diverse figure professionali coinvolte nella gestione della malattia celiaca.

Il convegno è stato accreditato per 6 ore formative e 6 crediti ECM per le seguenti figure professionali: Anatomia Patologica, Biologo, Dietista, Direzione Medica Di Presidio Ospedaliero, Endocrinologia, Gastroenterologia, Igiene, Epidemiologia E Sanità Pubblica, Laboratorio Di Genetica Medica, Malattie Metaboliche E Diabetologia, Medicina Generale (Medici Di Famiglia, Medicina Interna, Oncologia, Patologia Clinica, Pediatria, Pediatria (Pediatri Di Libera Scelta), Scienza dell'alimentazione E Dietetica, Tecnico Sanitario Laboratorio Biomedico.

Azioni sul documento